Rendere visuale un museo letterario.

È l’obiettivo del progetto La città di carta. Museo virtuale della letteratura triestina di Cristina Fenu e Elena Griguol, studentesse della prima edizione del Master in Digital Humanities dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che, in collaborazione con Museo Sveviano e Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università degli studi Trieste, presentano un prototipo di museo letterario virtuale partendo dalle collezioni sveviane.
Un piccolo museo, quello Sveviano, compresso in uno spazio espositivo esiguo, ma potenzialmente esplosivo: un autentico ordigno degno di Svevo. Un museo in parte nascosto, con manoscritti inediti costretti al buio di scatole d’archivio, ma pieni di vita, di storie, di immagini.
Raccontare queste storie, far vedere queste immagini, rendere visuale il museo letterario dello scrittore emblema della letteratura triestina del Novecento. Sì, ma come? Due i percorsi scelti, tra i molti possibili, due accessi a un patrimonio documentale unico che connota profondamente la cultura triestina
Archivio digitale Italo Svevo a cura di Cristina Fenu
Svevo Virtual Tour a cura di Cristina Fenu e Elena Griguol