Notizie

UniTS & LETS Spring 2021

Riprende la collaborazione tra il Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Trieste e il progetto LETS – Letteratura Trieste. Nella stagione primaverile riparte infatti la rassegna UniTS & LETS, curata da Sergia Adamo, docente di Letterature comparate e Teoria della letteratura, e Riccardo Cepach, responsabile dei Musei letterari sveviano e Joyce e referente del progetto Letteratura Trieste.

La rassegna propone una serie di libri e ricerche recenti sulla letteratura del territorio, presentati dalle voci di autori e autrici, curatori e curatrici.

L’appuntamento è ogni venerdì alle ore 18 in diretta sulla pagina Facebook di LETS “Letteratura Trieste” e su DiSU_engage, il neonato canale Youtube per la divulgazione e il public engagement del Dipartimento di studi umanistici.

Si inizia venerdì 26 marzo parlando dei romanzi di Stelio Mattioni con Gianfranco Franchi e Chiara Mattioni con cui si discuterà della riedizione del Richiamo di Alma (ed. Cliquot) e della pubblicazione della Battaglia di Templenizza, rimasto finora inedito (Vydia editore). Il 2 aprile sarà la volta di Diego Marani e della sua originale rivisitazione di Trieste nel suo romanzo recente La città celeste (La nave di Teseo). Il 9 aprile si prosegue con la Trieste di carta. Guida letteraria della città, uscita per la casa editrice Il palindromo: ne parleremo con l’autore Gianni Cimador e con Elvio Guagnini. La settimana successiva, il 16 aprile, verrà ripreso un volume importante su Pasolini giornalista, Gettiamo il nostro corpo nella lotta. Il giornalismo di Pier Paolo Pasolini, a cura di L. De Giusti e A. Felice (Marsilio), su cui interverranno uno dei curatori, Luciano De Giusti e uno degli autori, Giampaolo Borghello. La Gente di Trieste (Laterza) di Pietro Spirito occuperà il venerdì 23 aprile, mentre il 30 aprile vedrà un dialogo sulle Memorie e scritti di viaggio di Giuseppe Amedeo Tedeschi (EUT) tra Gianluca Paciucci, Elvio Guagnini e Nunzio Ruggiero. Tre gli appuntamenti di maggio: il 7 Miran Košuta presenterà il IV volume dell’Opera Omnia di Vladimir Bartol da lui curato (Založba ZRC), il 14 ci sarà Laila Wadia, con il suo romanzo più recente Il giardino dei frangipani (Oligo), mentre la rassegna si concluderà il 21 con un appuntamento dedicato a Italo Svevo, autore sul quale è appena uscito infatti da Carocci un companion, uno strumento di lettura del romanziere triestino a cura di Massimiliano Tortora e Claudio Gigante, ospiti dell’incontro.